Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Accetto?

Cibo in cambio di storie: la rivoluzione di Sol Food

il tuk tuo di sol food in giro per il mondo

Due ragazzi, da Bergamo a Singapore e ritorno, con un bagaglio di storie e ricette

"Viaggiando abbiamo scoperto che il mondo è molto più intenzionato a dare invece che a togliere". Guglielmo Sartor, cuoco, ha 28 anni e da pochi mesi è rientrato in Italia dopo un viaggio durato quasi due anni. Con lui solo Cameron l'amico videomaker, incontrato per caso quattro anni prima, e un tuc tuc apecar, acquistato in India e riadattato a ristorante, casa, mezzo di trasporto. La storia del progetto Sol Food Cinema è un intrecciarsi di storie ed esperienze diverse. Partenza da Milano, il 9 settembre 2015, destinazione Singapore con l'obiettivo di creare una mappa interattiva. Il tesoro saranno le storie raccolte dagli incontri lungo la strada: nasce così l'idea di cucinare in cambio di una storia da trasformare in un videoclip.

sol food cinema, i due soci

Nove mesi dopo, 25 storie e ricette, 17 paesi attraversati e 25000 km arrivano a Singapore, dove il progetto si trasforma. Raccolgono fondi anche grazie a un crowfunding e alla gestione di un ristorante Pop-up Asamese Italiano a Shilong in India. Questo gli permette di racimolare i fondi per tornare. Nel frattempo acquistano anche il tuc tuc (tipico mezzo di trasporto indiano) che spediscono da Bombay a Istanbul.

Il tuk tuk al tramonto

Nella città turca attendono due mesi l'arrivo del loro mezzo e nel frattempo mettono a punto il format delle cene narranti: tre portate per tre storie da mettere in scena nei ristoranti della città. E' un piccolo successo che viene replicato lungo la strada del ritorno e, ora, anche in Italia. A fine ottobre con il loro tuc tuc attraverseranno l'Europa per raccontare i coworking, i fab lab e le working farm con il sogno di realizzare un loro coworking e una casa di produzione per i libri e i documentari con il girato della loro esperienza.

cucinando per strada

"Abbiamo incontrato Leo, nel sud dell’India, ad Hampi. Intorno a noi solo rocce su un’isola con templi millenari.Qui abbiamo parcheggiato il nostro tuc tuc su una montagna e costruito un forno di mattoni e fango per cucinare. Ad aiutarci Leo, un ragazzo brasiliano che aveva fatto un voto del silenzio, rinunciato agli averi e solo, con una bicicletta, senza soldi, ha attraversato tutta l’India.
Cucinavamo il cibo per lui, lui ci raccontava la sua storia.  Circa 32 anni, laurea in fisica, è anche un talentuoso musicista di brasilian jazz, scrive con la tecnica di Leonardo da destra e sinistra simmetricamente. Pur non parlando era la persona più socievole in queste cene sulla montagna.  E’ stato in Asia alcuni anni a viaggiare come un qualunque ragazzo, fino a quando ha deciso di cambiare radicalmente il proprio stile di vita.  Il suo obiettivo era pedalare fino in Nepal. Lo abbiamo salutato senza nemmeno avere un suo recapito, tuttavia ci piace immaginare che un giorno ci raggiunga per partecipare ad uno dei nostri progetti".
Questa è solo una delle storie di Sol Food Cinema. Sul sito solfood.co le prossime tappe del tuc tuc.

Notizie - Le più recenti