Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Accetto?

cucina italiana nel mondo
La cucina italiana è di moda nel mondo.
A partire dalla fine degli anni '90 sta avendo un momento di gloria che non è ancora scemato: è uscita con grande sfarzo dalle trattorie con le tovaglie a quadrettoni e il fiasco di paglia, quelle che proponevano i piatti legati alla cucina evocativa e del ricordo degli emigranti. 
La cucina italiana si è allontanata dall'immagine stereotipata del il piatto di spaghetti con le polpette e il ristoratore che canta. 


Succede quasi ogni giorno di scontrarsi contro pregiudizi e stereotipi. Sono quelle frasi fatte che hanno lo stesso effetto di una passeggiata in pantaloncini corti in mezzo ad un cespuglio di ortiche.
Uno di questi stereotipi riguarda la cucina tedesca, e recita più o meno così: “Ma cosa vuoi che ne capiscano quelli di cucina! Mangiano solo würstel e crauti!” Un tempo forse…ma anche su questo ho molti dubbi.
Sì perché durate i miei ultimi viaggi in Germania, dove ritrovo parenti ormai emigrati da anni, ho avuto la fortuna di respirare le nuove tendenze in fatto di gastronomia tedesca; e sono movimenti che aprono la mente (oltre che le papille gustative).
Ed è così che ho assaporato la contaminazione tra profumi, sapori e culture. Si parla spesso di un’Europa chiusa in se stessa su molti fronti; forse la gastronomia potrebbe insegnare qualcosa a riguardo.
Ho conosciuto Ali Ghawami, proprietario di Rays, ristorante che regala, tra l’altro, tramonti sul Duomo di Speyer (patrimonio dell’umanità UNESCO e cittadina incantevole adagiata sulle rive del Reno).

formaggio, formaggi, mondavio, pesaro, urbino, marche

Avete anche voi dei segreti? È un po’ che mi frulla questa domanda in testa. Mi spiego meglio. Credo che la conoscenza, soprattutto negli ultimi anni, abbia assunto una posizione dominante nel mondo dell’alimentazione. Vogliamo sapere (e ci sono anch’io tra queste persone!) tutto di ciò che mangiamo: origine degli ingredienti, filiera di produzione, conservazione dei prodotti.
Spesso, però, girando per fiere ed eventi enogastronomici, mi rendo conto di come un’aura di segretezza e mistero intorno a un prodotto al palato eccezionale porti ricchezza e, per i più curiosi, nuove conoscenze. Il mistero alimenta la voglia di conoscenza. È un circolo virtuoso.
Ci ho riflettuto assaggiando “Ipogeo”, un formaggio prodotto da “Le Affinità Gustative”, un piccolo laboratorio di stagionatura e affinamento di pecorini e caprini situato nel cuore del centro storico rinascimentale di Mondavio, piccolo borgo nelle Marche, in provincia di Pesaro-Urbino.

 Corrado Assenza, Kitchen Aid

Avete presente un dolce sapido o un piatto salato zuccherino? Ecco, scegliete l’abbinamento che più vi ispira, perché proprio di quello vi voglio parlare. Un’esplosione di sapori: mandorla e limone, riso e amarene, gambero e miele. Forse solo lo chef (o pasticciere?) Corrado Assenza poteva arrivarci.

come preparare la pasta frolla

Bentornati cari lettori,

eccomi qui per inaugurare questa nuova sezione del sito, dedicata esclusivamente alla pasticceria, una pagina per tutti gli appassionati di dolci e cucina che nel tempo libero amano mettersi alla prova sfornando squisite dolcezze. Nonostante la passione e l’impegno profuso, per persone che non esercitano la professione di pasticcere, certe cose saranno sicuramente sconosciute. È per questo che nasce questo progetto: “Scuola di pasticceria” che seguirò personalmente, per aiutare tutti gli appassionati del settore a portare un po’ più di tecniche e professionalità nelle loro cucine di casa. Bene, quindi oggi cominciamo subito con una delle basi più comune  della pasticceria: la pasta frolla!

Fatta e rifatta da tutti, viene spesso utilizzata per diverse preparazioni: dalle classiche crostate e biscotti, alle torte più elaborate come crostate di frutta o ripiene di farciture particolari.
Curiosi di scoprire la mia ricetta e i miei consigli? Cominciamo la prima lezione, sono sicuro che a fine lettura vi rimboccherete subito le maniche!

meringue pie al limone

Benvenuti cari amici,

la ricetta che voglio proporvi oggi è un dolce conosciuto ormai da tutti: la meringue lemon pie. Si tratta di una torta di origini americane, che ha visto crescere sempre più la sua fama fino a diventare popolare in tutto il mondo.

Avete poco spazio sul vostro terrazzo?

Niente paura: anche in pochissimi metri quadrati, potrete creare una jungla rigogliosa e generosa.

Se non siete tra i fortunati che hanno una fioriera, ma avete solo un piccolo terrazzino di servizio,  potrete sfruttare il parapetto agganciando una serie di vasi e vasetti, possibilmente verso l’interno, dove man mano cresceranno i vostri ortaggi.
 Insalate, spinaci, erbe aromatiche, ravanelli, ma anche fiori commestibili o piccoli frutti, a seconda della stagione. 
Potete scegliere tutte quelle varietà che stanno in poco spazio e che man mano raccoglierete, si rigenerano: un cespo di lattuga, se viene colto a circa 2-3 cm dal colletto, ricrescerà e ricrescerà!


Tutte le stagioni di Singapore

Gli abitanti di Singapore amano profondamente la loro città. E' la prima cosa che ti trasmettono (anzi, al momento pure l'unica: per ora, non brillano, sul fronte della comunicazione): ti incontrano, ti sottopongono a quelle che per loro sono le domande di benvenuto, per te un condensato del manuale del perfetto interrogatorio - capitolo sul  terzo grado -  dopodiché  attaccano con le dichiarazioni d'amore per il posto che ti accoglierà da oggi in poi. Lo fanno con una spontaneità così ingenua e così commovente, che alla fine ti ritrovi a partecipare con loro a questa metaforica “ola”,ad annuire convinto ad ogni loro affermazione, quasi che anche tu avessi una lunga esperienza sul campo, anziché essere arrivato l'altro ieri e non aver ancora capito a quale uscita della metropolitana corrisponda il percorso più breve per arrivare a casa tua. L'entusiasmo, si sa, è contagioso, e visto quello che di solito ci si prende all'Euqatore, tanto vale farsi contagiare da quello. 

Nome: Alessandra
Cognome:Gennaro
Nom de plume: Van Pelt. Come la Lucy, l'amica di Charlie Brown, l'avete presente? La sorella di Linus, quella innamorata del pianista, che fa le consulenze nel baracchino a 5 cent. Me lo porto dietro dalla nascita e me lo ha affibbiato niente meno che mia mamma, praticamente da quando ho iniziato a parlare. Ho passato l'infanzia a guardarmi allo specchio e a chiedermi dove fosse la somiglianza, visto che Lucy è piccola, bruna e grassottella mentre io ero una bambina alta, bionda e sottile. Respingo con vigorosa fermezza qualsiasi illazione in merito ad affinità caratteriali, che reputo malignità belle e buone e pure di basso livello. Che colpa ne ho, se sono perfetta e ho sempre ragione?

Il primo passo: la scelta della terra

Vivete in città e vorreste tanto aprire quella finestra ed essere invasi dal verde?


E magari anche un “verde” commestibile?

Certo, se vivete a ridosso di una strada molto trafficata effettivamente non sarebbe la prima cosa che vi verrebbe in mente, quella di realizzare un orticello a portata di mano ma, se pensate che comunque, le verdure che comprate al supermercato, prima di arrivare sulla vostra tavola, si sono fatte chilometri e chilometri di asfalto, magari potreste riconsiderare la cosa.



Blogs & Bloggers

Alessandra Gennaro

Una ex ragazza, con delle idee. >>
 
 

Michela Bramati
Scopre d'essere celiaca e impara a conoscere il cibo. Terapista alimentare, ama mangiare naturalmente gluten free. >>

 

Luca Perego (Lucake)Luca Perego
Pasticciere per lavoro e per passione. Attraverso le mie ricette e i miei scatti voglio condividere il mio amore per i dolci, che sono diventati per me uno stile di vita. >>

 

Simonetta Nepi e Maurizio PelliSimonetta Nepi & Maurizio Pelli

L'Italian cuisine, ovvero il nostro migliore ambasciatore nel mondo: l'autentica cucina italiana, raccontata da chi la fa e che ogni giorno si prodiga per sconfiggere la pizza al ketchup e altri mostri. >>

Simone Matrisciano

Le sfumature della cucina italiana raccontate con sana ironia, tra originalità e moda, riverenza e irriverenza: tra bianco e nero >>