Utilizziamo i cookie per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Navigando questo sito, l'utente accetta di utilizzare i cookie. Accetto?

Panoramica sul Gavi, dal Forte

Gavi, vino piemonte, Gavi for Arts

Da venerdì 19 a domenica 21 maggio è il momento giusto per vivere le colline di Gavi (Al).

Qui già si sente il rumore del mare, abbiamo scritto sul numero di A Tavola in edicola in cui raccontiamo questo grande bianco che non disdegna di comportarsi da rosso (infatti, uno dei suoi appellativi è proprio Barolo Bianco). Questo weekend, allora, sarà l’occasione giusta per viverlo con Gavi for Arts la rassegna che ha la vocazione di raccontare un vino raccontando il territorio. 

L’avvio della manifestazione è venerdì con la consegna del premio  Gavi la Buona Italia 2017 che premia le realtà vitivinicole italiane più brave nel creare turismo. Poi sabato gli appuntamenti per il grande pubblico: alle ore 16.00 ArcheoSapori sulla via Postumia, un (piccolo) percorso storico -culturale tra cibo e archeologia dei sapori con piatti antichi come la Torta di Catone, il bacio di Libarna, le gallette al farro e, ancora, la farinata, i formaggi come robiole e Montebore, la composta di rose. A seguire le degustazioni in isole del gusto allestite all’interno dell’area archeologica di Libarna (antico sito romano a pochi passi da Gavi). 

Gavi, vino piemonte, Gavi for Arts, A Taola giugno 2017

La giornata clou sarà però la domenica quando dalle 16.00 alle 20.00 si potrà assaggiare l’ultima vendemmia di Gavi nella sua sede naturale, il Forte, che domina la pianura circostante (e da solo merita il viaggio). 

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.